fbpx

info@alessiamaccagno.it

+39 3332801627

BRODO D’OSSA

BRODO D’OSSA

Oggi sono in pochi a cucinare il brodo in casa, i ritmi veloci ed i cibi industriali pronti hanno in parte contribuito a dimenticare i numerosi benefici per la salute di questo importante alimento che dovrebbe essere parte del nostro menù settimanale. E’ molto facile, poco costoso ed un vero e proprio comfort food in queste giornate fredde o durante i giorni di convalescenza.

👉 Ingredienti 

  • 1 – 1,5 kg ossa manzo e/o pollo preferibilmente Grass Fed (carcassa pollo ed 
  • ossa di articolazioni come ginocchio di manzo)
  • 2 cipolle steccate con alloro e chiodi di garofano
  • 4 carote lavate e spezzate
  • 4 coste di sedano
  • 1 cucchiaio di aceto di mele o il succo di 1 limone intero (indispensabile per estrarre i nutrienti dalle ossa e l’aceto ha un gusto dolce che non influisce sul sapore del brodo)
  • 1 cucchiaino di sale integrale 
  • 1 pezzetto di zenzero fresco privato della pelle, 10 minuti prima del termine 
  • cottura, per conferire un sapore leggermente piccante e per riscaldare 
  • immediatamente lo stomaco (opzionale)
  • acqua q.b. a coprire

👉 Preparazione

  1. Lavare le ossa e metterle in una pentola capiente, cospargere con l’aceto di mele, aggiungere le verdure mondate e lasciate intere, unire il sale, versare l’acqua che dovrà coprire le ossa e le verdure
  2. Portare ad ebollizione poi ridurre la fiamma al mimino con coperchio (pentola a pressione: 1 ora dal sibilo; pentola: 6 ore dal bollore aggiungendo via via acqua; slow cooker: 12/18h)
  3. A fine cottura filtrare il brodo attraverso un colino per rimuovere tutti i frammenti di ossa e buttare le ossa e le verdure utilizzate per la preparazione.
  4. Sgrassa se occorre aiutandoti con un cucchiaio.
  5. Utilizzare da bere o per cucinare verdure, zuppe, cereali e pseudocereali

Per un brodo che produca gelatina è necessario includere una buona quantità di ossa con articolazioni quali il ginocchio, nel caso di pollo si possono aggiungere le zampe ben lavate

Se il brodo non gelifica: probabilmente non sono state utilizzate sufficienti ossa con cartilagine o articolazioni oppure la cottura è avvenuta a temperatura troppo alta, il calore rompe e distrugge il collagene, il brodo deve sobbollire a fuoco bassissimo. Tuttavia anche il brodo senza gelatina offre ancora buone proprietà nutritive. 

👉 Conservazione

Il brodo si conserva bene in vasi di vetro con coperchio nel frigorifero per 5-7 giorni oppure si può congelare in monoporzioni, scongelare e riscaldare al bisogno.

👉 Utilizzo

Anche se a New York da qualche tempo camminare con una tazza di brodo bollente è diventato chic, per quanto ci riguarda durante la stagione invernale si può bere una tazza anche nel pomeriggio al posto della tisana o utilizzare come bevanda ricostituente durante le malattie da raffreddamento ed influenza.


👉 Benefici

Il brodo di ossa è particolarmente indicato per chi ha problematiche autoimmuni o squilibri della flora intestinale, da integrare quotidianamente nella propria alimentazione. Quando si cucina il brodo di ossa si estraggono il collagene, la glicina, i glicosamminoglicani (GAG), la glucosamminal’acido ialuronico, il condroitin solfato, i sali minerali, un profilo amminoacidico completo e tanto altro rendendolo un vero superfood. E’antinfiammatorio, capace di ridurre i dolori articolari e prevenire la perdita di massa ossea perché, oltre a collagene e minerali, contiene due importanti aminoacidi: prolina e glicina. La glicina supporta la disintossicazione e aiuta a sintetizzare il collagene nel nostro organismo, è importante nella guarigione delle ferite ed è necessaria alla produzione di glutatione, importante antiossidante. Inoltre migliora la riparazione del muscolo e contribuisce a regolare la secrezione dell’ormone della crescita. La prolina rafforza e costruisce le strutture cellulari. Il brodo di ossa risulta davvero lenitivo ed aiuta a ridurre velocemente sintomi gastrointestinali come il reflusso gastroesofageo, il gonfiore, la disbiosi etc aiutando a riparare la permeabilità intestinale potenziando l’immunità e riducendo l’infiammazione.