fbpx

info@alessiamaccagno.it

+39 3332801627

VIAGGIO INTORNO AL THE: IL ROOIBOS

VIAGGIO INTORNO AL THE: IL ROOIBOS

il Rooibos (in africano “cespuglio rosso”) è una bevanda tipica del Sud Africa, ottenuta per infusione dalle foglie dell’arbusto Aspalathus Linearis, appartenente alla famiglia delle Fabaceae. Viene anche chiamato te’ rosso ma non ha niente a che vedere con la Camelia Sinensis, la pianta del the. La bevanda è stata usata per secoli dalle popolazioni sudafricane del Cederberg per le proprietà salutari. Sue notizie furono riportate dal botanico Carl Humberg nel 1772. I coloni olandesi del Sud Africa adottarono il rooibos come alternativa economica al te’ nero, che doveva essere importato dall’Europa. Fino al XIX secolo però il suo utilizzo fu minimo. Nel 1904 fu un colino sudafricano di origine russa è discendente da una famiglia di commercianti di the, Benjamin Ginsberg, ad intuirne il potenziale cominciando ad acquistarlo dalle popolazioni Khoisan che lo raccoglievano e promuovendone la coltivazione. Nel 1968 una dottoressa sudafricana , Annique Theron, inizio’ ad investigarne le proprietà benefiche  e le componenti chimiche. Da allora il Rooibos è diventato sempre più popolare in Sud Africa ed ha iniziato ad essere apprezzato anche nel resto del mondo. Le foglie vengono tritate, arrotolate, fatte fermentare con il vapore ed infine essiccate con aria calda. La bevanda si prepara soprattutto per infusione ed in Sud Africa si usa berlo con acqua e zucchero. Si trova in commercio anche aromatizzato o miscelato a frutta, fiori o spezie. Ha un leggero gusto che ricorda la nocciola e la malva, ecco perché è gradevole anche senza l’aggiunta di zucchero. Le foglie sono prive di caffeina, con un contenuto limitatissimo di teina e tannini. Alto il contenuto di antiossidanti come l’aspalatina e di minerali come magnesio, calcio, fosforo, ferro e vitamina C; proprio questo apporto ne illustra l’effetto principale, ovvero quello di rinforzo del sistema immunitario e di contrasto ai radicali liberi, primi responsabili dell’invecchiamento cellulare. Allo stesso tempo, si tratta di una bevanda tonificante ed energizzante, poiché fornisce numerosi sali minerali ideali per il buon funzionamento dei muscoli, quindi ideale a seguito di una lunga sudorazione o una pesante attività fisica. 

Il consiglio: bere puro. Ottimo sia caldo che freddo

La preparazione: 2,5 gr in 150cc di acqua oligominerale a 90 gradi C  per 4-5 min