fbpx

info@alessiamaccagno.it

+39 3332801627

PILLOLE PER UN SOGNO SALUTARE

PILLOLE PER UN SOGNO SALUTARE

Un metodo veloce ed universale per avere un sonno di qualità non esiste ma la  National Sleep Foundation ha stilato dei consigli per cercare di migliorare la qualità e quantità del sonno:

  • Cercare di avere orari regolari, andando a dormire e svegliandosi sempre alla stessa ora
  • Creare una routine rilassante prima di andare a dormire in presenza di luci non forti, distaccandosi da tutte quelle attività che provocano tensioni ed ansia
  • Evitare i sonnellini durante il giorno, sono una buona occasione di recupero del sonno quando la notte è stata agitata ma possono peggiorare la situazione per coloro che fanno fatica ad addormentarsi
  • Praticare un’attività fisica quotidiana, soprattutto intensa, perché rende più facile addormentarsi ed avere un sonno profondo. Anche un allenamento leggero porta benefici al sonno rispetto alla sedentarietà.
  • Stabilire le migliori condizioni ambientali per favorire il sonno, come impostare la temperatura tra i 15 ed i 17 gradi centigradi, eliminare ogni tipo di rumore e luce. Laddove non si riesca a modificare l’ambiente può essere utile l’utilizzo di mascherine per gli occhi e tappi per le orecchie.
  • Usare materassi e cuscini di qualità per garantirsi comfort ed igiene nel tempo
  • Sfruttare la luce per regolare il proprio ritmo circadiano: evitare forti luci la sera ed esporsi alla prima luce del mattino aiuta a tenere sotto controllo il ritmo sonno/veglia
  • Evitare alcool, sigarette e pasti pesanti la sera: alcool, sigarette, caffeina ed abbondanti pasti possono compromettere il sonno
  • Evitare di utilizzare TV, tablet e PC: il corpo ha bisogno di tempo per entrare nella “modalità sonno” e la luce di questi dispositivi (soprattutto quella nello  spettro delle luci blu) può eccitare il sistema nervoso e ritardare il picco  naturale di melatonina, ritardando l’insorgere del sonno. Coloro che tendono ad utilizzare i dispositivi anche nel letto possono usare alcune App (v. Twilight per gli smartphone o F.Lux per i PC) cosi da regolare il colore dello schermo e tagliare lo spettro blu delle luci, riducendo l’eccitazione del sistema nervoso
  • Allestire la stanza senza stimoli: se non si riesce a dormire meglio mettersi a fare qualche attività rilassante in un’altra stanza finché non arriva la stanchezza ed il sonno. Cercare di togliere dalla stanza tutti quegli oggetti che hanno un richiamo con il lavoro così da rinforzare il legame psicologico tra l’ambiente ed il sonno

Se i problemi con il sonno persistono, non esitare a parlarne con un medico specializzato